De Rebus Militum II, ovvero Delle Tavole Storiche bis

Vedersi di fronte le legioni schierate in perfetto ordine, con i manipoli ben distinti e disciplinati, doveva essere uno spettacolo bellissimo e terrificante allo stesso momento. La difficoltà della tavola consisteva nell’esigenza degli autori, il dinamico duo Battaglia&Ventura, di mostrare le file ben schierate secondo i propri ruoli. E in mancanza di adeguate referenze in materia la progettazione non è stata affatto facile

Sempre in collaborazione con il colorist Nicola Righi tavola interna del libro De Rebus Militum II, autori Dario Battaglia e Luca Ventura, edizioni Istituto ArsDimicandi

Annunci

De Rebus Gladiatoriis, English edition

Quando si ripropone un successo editoriale, è necessario rinnovarsi. Lo hanno fatto gli autori, il collaudatissimo duo Battaglia-Ventura, e necessariamente dovevo farlo anche io.

Per l’edizione in Inglese del De Rebus Gladiatoriis, ed. ArsDimicandi, ecco due nuove tavole che propongono un soggetto poco rappresentato nell’ambito dell’illustrazione storica, ossia i gladiatori del periodo repubblicano. D’altronde non si poteva non essere innovativi in un libro che rappresenta una totale novità nel campo degli studi gladiatorii. (http://www.arsdimicandi.net/ad_1_0002c0.htm)

Quando gli autori costringono l’illustratore a rinnovarsi……

Nuova tecnica di approccio alla tavola e nuova colorist, Daria Montanari.

Sempre per rimanere in tema…..

De Rebus Militum II, ovvero Delle Tavole Storiche

Copertina del libro scritto da Dario Battaglia e Luca Ventura, istituto ArsDimicandi,  sul periodo Repubblicano dell’esercito Romano.

Dopo la prima esperienza con gli autori Battaglia e Ventura, ecco rinnovarsi la collaborazione per un altro libro a tema storico. Nuove tavole, nuovo colorist e diversa tecnica di preparazione alla tavola da parte mia. Il risultato non mi è dispiaciuto affatto.

de-rebus-militum-ii

Matite di Claudio Casti, colori di Nicola Righi

Tavola all’interno del libro. I legionari Romani osservano gli scudi dei Sanniti e lo confrontano con il proprio, costituito di vimini intrecciati. La scelta fu semplice e quasi immediata……